Impianto CO2 supercritica singolo estrattore 7 L

Dimensioni e Peso

Il telaio, i vasi e le tubazioni sono costruiti in acciaio inox, la struttura totale ha le seguenti dimensioni: Larghezza 2.2 m (7.2 feet), Altezza 1.9 m (6.2 feet), Profondità: 1 m (3.2 feet). Il Peso del macchinario è di circa 1500 kg (3300 libbre). Dimensione minima della camera: 5.2×4 m (17×13.1 feet) e Altezza 2.7 m (8.9 feet).

Caratteristiche principali

È un impianto da laboratorio dotato di un estrattore da 7 L. È disponibile con 3 o più separatori per il frazionamento dell'estratto. Fornito con una pompa a membrana e telaio in acciaio inossidabile per conformarsi a HACCP e GMP linee guida. Tensione 460V/3ph o 400V/3ph, frequenza 60Hz o 50Hz, Potenza installata 8 kW, Corrente 13,8 A. PLC a bordo e touch screen da 7”. Stesso software di una macchina più grande.

La certificazione

La certificazione è obbligatoria per le apparecchiature ad alta pressione. Questa macchina è certificata PED/CE per Europa, Africa, Sud America e altri paesi che accettano la normativa UE o ASME/UL per il Nord America e altri paesi che richiedono la normativa ASME.
Siamo certificati ISO 9001 da TUV, certificati UL, certificati ASME, certificati CE e PED da Apave, CRN per il Canada.

Configurations of supercritical CO2 extractor

Questa macchina è predisposta per lavorare con una o due pompe, una per CO2 e un'altra per co-solvente (optional), una vasca di estrazione, due/tre vasche di separazione e chiller e riscaldatore separati. Può raggiungere la pressione massima (Pmax) di 350 bar e la temperatura massima (Tmax) di 85 °C. Ci sono due set-point di pressione: il primo è per i vasi di estrazione e il secondo per il vaso di separazione. Sono disponibili 5 manometri e la tensione può essere scelta su richiesta.
L'anidride carbonica viene continuamente riciclata con un circuito chiuso per il ricircolo del fluido. È completamente automatizzato e il processo è controllato dal computer di bordo. L'automazione non controlla solo la pressione e la temperatura, ma gestisce l'intero processo di estrazione. Vedere qui il progetto concettuale. 

Extra inclusi nel prezzo

Molti extra sono inclusi nel prezzo con il sistema di estrazione. Nello specifico: boiler elettrico chiller, ecc… Per maggiori informazioni, clicca qui.

Pompe

Ci sono due pompe, la più importante è la pompa CO2, l'anidride carbonica è il principale solvente per l'estrazione di composti chimici apolari; e la pompa secondaria o pompa del co-solvente, che viene utilizzato per il rilascio contemporaneo nel processo di cosolventi polari o mediamente apolari, utili per l'estrazione di composti chimici con diversi gradi di polarità. Alla condizione di massima pressione queste pompe possono garantire un flusso di CO2 di 25 kg/h e un flusso di co-solvente di 2,5 kg/h.

Sicurezza

Questo sistema può essere dotato di una sicurezza basati su PLC certificato oltre a PLC di processo che controllano la posizione dei coperchi, la posizione delle valvole e altri sensori di sicurezza che garantiscono le operazioni di sicurezza. Migliorare la sicurezza dell'operatore è la nostra missione.

Altre specifiche

Valvola di sicurezza certificata ASME o PED per ogni vaso in tubi isolati dal vaso.
Microprocessore PLC e touch screen da 7″
Pressione dell'aria compressa 7 bar o 100 psi
Portata aria compressa 28 L/h o 1 CFH
2 Valvole pilota automatiche di contropressione
2 valvole di contropressione automatiche
7L Supercritical CO2 Extractor

Volume dei vasi

Volume estrattore: 7 L
Volume cestello: 5 L
Volume separatore 1: 2 L
Volume separatori 2 & 3: 1 L
Volume accumulatore: 12 L

Prestazioni impianto

Max pressione: 350 bar
Max temperatura: 85° C
Portata massima CO2: 25 kg/h
Max portata co-solvente: 2.5 kg/h

La certificazione

Usa questo impianto di estrazione con CO2 supercritica da laboratorio per:

Le macchine da laboratorio sono progettate per testare le condizioni di estrazione di nuovi lotti di materiale/nuove matrici da utilizzare in sistemi di estrazione più grandi secondo le procedure standard HACCP e GMP. L'utilizzo di un sistema di laboratorio consente inoltre di ottenere estratti di buona qualità e/o prodotti raffinati sui quali è possibile eseguire un'ampia gamma di test, inclusi panel di valutazione. 

Con impianti di estrazione aventi almeno 7 litri di volume, è possibile produrre piccole serie di campioni per la valutazione di fattibilità commerciale. La configurazione il più flessibile possibile. Si parte dal modello più piccolo da 1,7 litri SCFN-L1 fino al modello da 12 litri SCFN-L12. Al di sopra di questo limite, fare clic su Impianti pilota.

Qualificabile GMP

Forniamo tutta la documentazione necessaria richiesta dagli ispettori GMP e dalle autorità di qualificazione, come:

  • Material Certificate
  • Welding Certificate
  • USR (User Requirement Specifications)
  • DQ (Design Qualification)
  • IQ (Installation Qualification)
  • OQ (Operational Qualification)

Assistenza remota

Diamo pieno supporto via internet per la risoluzione rapida di problemi tecnici e per gli interventi di manutenzione ordinaria. In molti casi i nostri tecnici sono in grado di risolvere i problemi online senza doversi recare fisicamente sul luogo di installazione, collegandosi all'impianto via internet, grazie a strumenti all'avanguardia per il supporto remoto.  Qualora non fosse tecnicamente possibile risolvere il problema da remoto, sarà cura del tecnico organizzare un intervento in loco. All support technicians are qualified and with years of experience

Automazione totale

Automazione è un termine generico. Non fornisce alcuna informazione su ciò che la macchina sta realmente facendo da sola. L'automazione per noi non è solo il controllo di pressione, flusso o temperatura. Abbiamo introdotto un nuovo concetto, “Adaptive Automation”, per descrivere un nuovo sistema hardware/software in grado di modificare il ciclo di processo come richiesto dall'operatore. Questa nuova automazione cambia “letteralmente” il modo in cui il sistema produrrà l'estratto, qualcosa di completamente diverso dal semplice controllo di pressione e temperatura.

Progettazione basata su URS

By User Requirement Specifications we mean the functions that a specific device must have in order to satisfy the needs and requirements of its end user; or, more simply, it is what a device is expected to be able to offer to those who use it, in terms of functionalities. Generally their specification takes place through the drafting of a specific document (called User Requirement Specifications – URS) which takes place in the validation phase of the machinery itself, therefore before this is actually designed.

Contattici

Ti chiameremo